h1

La fuga di Casanova

24 aprile 2012

diretto e interpretato da Maurizio Lombardi

con Camilla Dania e Pierfrancesco Scannavino

Il testo nasce dalla raccolta di racconti, poesie, le Memoire stesse, e scritti originali dedicati al grande amatore. La storia narra del Veneziano ormai vecchio esiliato nel castello di Dux in Baviera che nell’ultimo giorno del 1799, riceve la visita inaspettata di una ragazzina che gli dichiara eterno amore. Incredulo, bilioso, irascibile, ma anche consapevole della sua fine, inizia un dialogo con la ragazza che cerca di far breccia nel suo cuore, e anche di capire che cosa è amore…. ” …è tuono e tenebra ” risponde Casanova.

Un confronto tra il vecchio secolo e la nuova generazione, un dialogo, una richiesta d’aiuto, d’amore, di conoscenza, e alla fine un passaggio di testimone tra Casanova e la giovane fanciulla. Uno spettacolo di intensa poesia e fascino dove la parola si fa corpo e anima di un’epoca ormai lontana.

In scena ad Aprile 2012

Venerdi 27  e Sabato 28 ore 21

Domenica 29 ore 17

Teatro Lumière

Via di Ripoli, 231 Firenze

T (055) 68.21.321

T (370) 30.14.987

h1

NY Card

30 maggio 2011

In un mondo high-tech, avevo dimenticato l’emozione di ricevere una cartolina vintage… da oltre oceano! Grazie  🙂

h1

Non dimenticare…

23 maggio 2011

Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola – Giovanni Falcone

h1

UMORI MOLESTI

16 febbraio 2011

Guarda il TRAILER

Dal 22 feb al 6 Mar
TEATRO DEI SATIRI

Via di Grottapinta 18
066871639

 

UMORI MOLESTI – VM 18 ANNI
di e con Pietro Sparacino

In un paese devastato dalla crisi, dalle lotte di classe e dai libri di Bruno Vespa, non ci resta che ridere.
Ridere di tutto e di tutti, di cuore e di pancia, dando libero sfogo agli umori molesti che dominano le nostre vite.
Uno spettacolo vietato ai minori per il linguaggio diretto, cinico e per gli argomenti che verranno trattati.
Si faranno addirittura i nomi di alcuni politici e non vogliamo che giovani orecchie vengano corrotte da suoni che potrebbero bloccarne la crescita.
E a proposito di politica, si parlerà di sesso.
Io sono un maiale e non mi sento di giudicare il premier per gli scandali sessuali.
Anche io sono stato con una minorenne. Avevo sedici anni.
E a proposito di sesso, si parlerà di religione.
Se ti tocchi è peccato!
Se mi tocca lei, padre, è reato.
Si parlerà di quello che eravamo e di quello che diventeremo.
Padri di famiglia che vedono il presente nero e il futuro ancora più nero.
Giovani che vedono il presente nero e il futuro peggio di quello di un nero.
Siamo sempre più razzisti eppure lavoriamo come negri, fumiamo come turchi e siamo circondati da roba cinese.
Solo nella nostra alcova domestica, tra le quattro mura di un monolocale di 12 m, riusciamo a ritrovare noi stessi, a rispecchiarci riflessi in 24 pollici di finzione.
Perchè ricorda, la Rai ti somiglia!
Pensa quanto facciamo schifo.

 

PIETRO SPARACINO
Nasce nel 1982 in Sicilia e da allora respira senza un attimo di pausa.
Si trasferisce a Roma alla tenera età di diciotto anni.
Lui dice di essere andato via di casa; la madre sostiene di averlo cacciato.
Dopo aver provato la strada dell’animazione turistica, è arrivato nel mondo della comicità con un duo, i NatiXcaso, che così come erano nati per caso, dopo la presentazione di due spettacoli,  si sono sciolti.
Lui dice di aver lasciato il duo; il collega sostiene di averlo cacciato.
Nonostante il suo talento, la sua macchia nel curriculum rimane la partecipazione a Colorado Cafè su Italia 1, ma assicura di esserne pentito.
Lui millanta di essersene andato; il capo autore sostiene di averlo cacciato.
Dal 2006 è membro attivo del laboratori MAKKEKOMIKO  diretto da Mago Mancini.
Lui dice che non se andrà mai; gli altri comici stanno cercando il pretesto per cacciarlo.
Dal 2009 è uno degli stand up comedian di SATIRIASI, L’Officina della Satira.
Un percorso nuovo che lo sta portando a una nuova vita.
Questa è la diagnosi dello psicanalista, dal quale Pietro vorrebbe andarsene ma lo specialista dice che c’è ancora tanto da fare.

 

h1

XV Premio Nazionale Paolo Borsellino

10 ottobre 2010

L’Associazione Culturale “Magma” in collaborazione con la Provincia di Roma organizza la sezione romana del “XV Premio Nazionale Paolo Borsellino” per la Legalità, la Democrazia e la Libertà d’informazione.
Si terrà il 15 Ottobre alle ore 21,00 presso il Teatro Nuovo Ambra, P.zza Giovanni da Triora 15, Roma.

Durante la serata verrà presentato lo spettacolo “I Siciliani”, in omaggio alla redazione e al direttore Pippo Fava, ucciso dalla mafia, di e con Magma Teatro.
Interverranno le Agende Rosse di Salvatore Borsellino, Pino Maniaci, Claudio Fava, Riccardo Orioles, Antonio Roccuzzo, Michele Gambino, Sandro Ruotolo.
Saranno premiati il M.° Gaetano Porcasi, pittore antimafia e il poliziotto della squadra catturandi della questura di Palermo IMD.

MagmaTeatro
www.magmateatro.it

Il Premio intende significare ammirazione, gratitudine ed affetto a quelle personalità italiane che hanno offerto una testimonianza d’impegno, di coerenza e di coraggio particolarmente significativa nella propria azione sociale e politica contro la violenza e l’ingiustizia, ed in modo particolare per l’impegno profuso in difesa e per la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità.

h1

Il Sesso Sacro

23 settembre 2010

Massimo Bonasorte, Direttore Responsabile della rivista Hera, ha pubblicato in  agosto uno studio sul simbolismo del Sesso Sacro nelle varie culture del mondo antico cercando risposte non banali, piuttosto cercando di capire come il mondo dell’erotismo si intreccia con il mondo religioso: contesti d’impatto  diversi e non compatibili – allo stesso tempo due aspetti della vita presenti nella vita di qualsiasi uomo.

Da leggere…

h1

Arkeia Veritas

25 maggio 2010